TEATRO · Uncategorized

EDIPO della Compagnia Mauri-Sturno. Prima nazionale.

La compagnia Glauco Mauri Roberto Sturno torna dopo vent’anni ai due capolavori di Sofocle, Edipo re (interpretato da Roberto Sturno per la regia di Andrea Baracco) ed Edipo a Colono (di e con Glauco Mauri). La prima nazionale andrà in scena martedì 8 novembre al Teatro della Pergola di Firenze, alle ore 20.45.

Acquista Edipo Re su Amazon

L’Edipo re è stata eletta da Aristotele (384/383 a.C-322 a.C), nella sua Poetica (1452a; 1452b), a modello della tragedia esemplare, in quanto ci mostra un eroe che non ha qualità fuori dall’ordinario (né per virtù né per giustizia) e che si ritrova a passare da una condizione di felicità ad una condizione tragica, non a causa della propria malvagità, ma per un errore. Questo, come riconosce Aristotele stesso, è proprio il caso dell’Edipo re, che di conseguenza costituisce uno degli esempi più paradigmatici dei meccanismi di funzionamento della tragedia greca.

edipo_03

 Il dramma di Edipo, quello di un uomo che scopre di aver ucciso involontariamente il proprio padre e di averne preso il posto, sposando e avendo dei figli con la propria madre, è stato stato fonte d’ispirazione artistico-letteraria (vedi, ad esempio, il film di Pierpaolo Pasolini, Edipo re, con Silvana Mangano, tratto dall’omonima tragedia) ma anche un tema d’indagine scientifica: è a partire dalla tragedia di Sofocle che il fondatore della psicoanalisi, Sigmund Freud elabora la sua teoria del complesso edipico.

Edipo a Colono riprende la storia e presenta il protagonista che, a distanza di anni, con l’unico sostegno della figlia Antigone, approda ad Atene per morirvi, il delitto e la sventura hanno trovato nella sofferenza la catarsi.

source: Teatro della Pergola

Edipo Re Ebook

Sulla compagnia Glauco Mauri Roberto Sturno leggi anche la recensione di Una pura formalità, spettacolo teatrale tratto da un film di Tornatore.

Scopri Amazon Prime

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...